La storia dell'occhiale


Esistevano gli occhiali nell'antichità?

Due terzi dell'umanità sono destinati a portare gli occhiali, protettivi o correttivi; però ben pochi sono coloro che ne conoscono la storia e l'origine.
L'origine di questa invenzione è una gloria Italiana, e più precisamente veneta.
Né gli Egiziani, né l'Antica Grecia, né l'Impero Romano dei Cesari conoscevano gli occhiali.
Seneca conosceva l'azione prismatica delle superfici di vetro faccettate.
Claudio Tolomeo intravide per primo, nel 2° secolo a.C., la causa dell'infrazione della luce.
Ibn Al Haitam, celebre fisico arabo, viene considerato il fondatore dell'ottica scientifica. Egli non concepì gli occhiali, ma osservò che mediante un segmento sferico di vetro, si potevano ottenere immagini ingrandite di oggetti.
Dunque fino agli inizi degli anni mille si conoscevano dei mezzi di ingrandimento (LENTI O SPECCHI ) ma non quelli di correzione della vista.

I primi occhiali

Il Prof. Albertotti, illustre oculista italiano, scienziato ed umanista, dimostra che i primi occhiali furono fabbricati nella città di Venezia.
Infatti MARCO POLO vide in India per la prima volta il cobra dagli occhiali. ritornato in patria ispirò i suoi conterranei a unire i manici di due lenti biconvesse, costruendo così il primo paio di occhiali.
i primi occhiali fossero di forma rotonda, con lenti biconvesse, usate per vedere meglio da vicino, utilizzate da uomini di studio e soprattutto dai monaci. L'ordine dei Domenicani ebbe un ruolo fondamentale nella diffusione degli occhiali.

Le prime lenti venivano costruite sfregando il vetro contro coppe sferiche cosparse di sabbia o polvere di smeriglio; questo sfregamento per ottenere una superficie della forma della coppa sferica. La molatura e pulitura delle lenti, era fatta sfregando il vetro con terra tripolina e cenere di stagno.
La montatura venne inizialmente costruita con anelli metallici o di cuoio battuto, ai quali venivano fissati due manici per unirli in coppia mediante un perno. Erano inizialmente tenuti davanti agli occhi con la mano, in seguito venne sostituito il perno centrale che univa i due anelli con un ponte a molla che appoggiava sul naso stringendosi.
Nel XV secolo nascono gli occhiali per vedere da lontano, con lenti biconcave per i miopi, nascono anche i primi astucci per contenere gli occhiali, realizzati in legno, cuoio e metalli preziosi.
Nel XVI secolo lenti di forma ovale, quadrata e rettangolare.
Nel XVII secolo si scoprì il modo di calzare gli occhiali sul viso con una cordicella passante dietro le orecchie, i primi occhiali per cataratta e con lenti colorate.
Nel XVIII secolo nascono i primi occhiali con le stanghette, fabbricati da piccoli artigiani veneti.
Nasce il primo occhiale bifocale.
Verso la fine del 1800 nascono le prime lenti a contatto e si scopre la celluloide come materiale plastico nella realizzazione delle montature.
Nel 1900 nascono gli occhiali per lo sport e per la protezione sul lavoro.

Contatti


Effetto Ottico

Via Gramsci, 11 - Formigine (MO)
T. 059 572121
F. 059 572121
info@effettoottico.com